News | martedì 25 giugno 2013
««  |  »»


FilmAmbiente CortoNotte _ dal 25 al 30 Giugno 2013

Quest'anno la programmazione delle proiezioni notture di FestAmbiente Vicenza è affidata a FilmAmbiente che ha deciso di proporre una carrellata di cortometraggi proiettati nei più importanti festival nazionali ed internazionali.
Ciò costituisce un ulteriore elemento di innovazione in un'edizione di FestAmbiente Vicenza già ricca di novità.

I 24 cortometraggi in programmazione sono stati divisi in cinque liste tematiche della durata di circa un'ora ciascuna. Le proiezioni si terranno dal martedì al sabato ed inizieranno tutte alle 23.30 presso l'area dibattiti, giusto al termine del concerto principale.  

CortoNotte ha visto il diretto coinvolgimento di Libera Veneto e Unicomondo e ha goduto della collaborazione di Clorofilla Film Festival e Tutti nello stesso piatto

PROGRAMMAZIONE

martedì 25 giugno

area tematica: legalità e la lotta alle mafie. In collaborazione con Libera Veneto.

Munnizza” di Andrea Satta, 17’
Un’opera video, un cortometraggio illustrato in memoriadi Peppino Impastato e di sua madre Felicia

Damiano. Al di là delle nuvole iniziano i sogni”, di Giovanni Virgilio, 15’
Damiano, un bambino di nove anni, vive attraverso i suoi occhi le stragi e gli attentati di mafia del 1992.


mercoledì 26 giugno

area tematica: consumo critico e salute. In collaborazione con Unicomondo e Tutti nello Stesso Piatto.

In fondo al fiume di Alasdair Brotherston & Jock Mooney, 3'
Sacchi della spazzatura che cantano e si lamentano del loro destino in fondo al fiume.

Last ark di Bruno Depretis, 2' 35”
Un diluvio di spazzatura minaccia il pianeta. C’è solo un modo per salvare il futuro dell’umanità e delle altre forme di vita: l’ultima arca è pronta a partire alla ricerca di un angolo di terra ancora vivibile. La missione sembra avere buon esito, ma…

Consumidouro di Fabio Po, Felipe Grosso, Juliano Lamb, Walkir Fern, 4'
Consumare, consumare, consumare: un individuo qualsiasi del ricco Occidente si gode la sua vita dorata, in cui lo sfruttamento continuo delle risorse altrui sembra l'unica opzione possibile. Ma siamo sicuri che ci sia rimasto ancora molto da prendere al nostro pianeta? Dal Brasile un cortometraggio d'animazione fresco e divertente... Visti i risultati ottenuti dal vorace protagonista diciamo fresco e basta.

The fridge di Lucie Stamfestová, 6' 30”
Cosa succederebbe se dentro il nostro frigorifero, lasciato distrattemene aperto per l'ennesima volta, la lampadina che tante volte ci ha aiutato a scovare gli avanzi della sera prima o le uova per la frittata, centuplicasse la propria potenza fino a scatenare il calore di un'acciaieria? Sicuramente qualcosa di poco piacevole, soprattutto per i cibi normalmente abituati al fresco dei suoi ripiani... Bene, questo è quello che sta succedendo al nostro pianeta...

Vive la crise! di Alexei Gubenco, 3'
La deforestazione, lo sviluppo edilizio, l'inquinamento, i soldi e un sacco di cibo - tutto questo sta per cambiare ... La crisi economica sta arrivando!

Salvatori di semi di Roberta Cortella, 26'
La biodiversità è in pericolo a causa delle esigenze della grande distribuzione. Ma non tutto è perduto: i salvatori di semi sono all’opera per preservare i semi rari o dimenticati.

Junk di Kirk Hendry Produzione: Lydia Russel, 6’30’’
Junk è dedicato al nostro vivere in un ambiente naturale in modo indipendente. Come la maggior parte di noi, il nostro eroe è nato, cresciuto e morirà nel mondo lastricato della città. Nessuna familiarità o condivisione con il mondo naturale, con il resto delle creature del pianeta, come facevano invece i nostri antenati più recenti. Eppure, come i nostri antenati, anche il nostro eroe imparerà a vivere della terra!

giovedì 27 giugno

area tematica: solidarietà sociale ed internazionale
In collaborazione con Clorofilla Film Festival

La casa di Ester di Stefano Chiodini 15'
Dietro l’apparente ordinarietà della vita di coppia, una donna prende finalmente coscienza del dramma intollerabile di violenza che subisce ogni giorno recuperando un passato mai dimenticato del tutto.
Globo d’oro 2012 assegnato dalla Stampa Estera

Ammore di Paolo Sassanelli (14min)
Rosy è poco più di una bambina, anche se ce la mette tutta a sembrare più grande con trucchi.
minigonna e stivaletti con i tacchi. In realtà ci ha già pensato la vita a farla diventare grande di colpo. E stamattina Rosy ha una commissione importante da fare: pareggiare i conti con la sua infanzia, all'insaputa di sua madre, all'insaputa di suo padre. Neanche l'amica del cuore sa nulla. Nessuno. Un segreto consumato in solitudine che non si può nemmeno confessare al prete. Un segreto che mette fine per sempre a ciò che Rosy ha dovuto sopportare fino a questo momento
Candidato ai David di Donatello 2013 (in cinquina)

La legge di Jennifer di Alessandro Capitani (11min)
Jennifer ha otto anni e non somiglia ai propri genitori. Quando un giorno in classe la maestra spiega la teoria dei caratteri ereditari, il mondo le crolla addosso. E se fosse stata adottata? Tornata a casa Jennifer inizia a indagare e scopre che sono i genitori a non assomigliarle più perché entrambi si sono completamente trasformati con la chirurgia estetica. Che le leggi di Mendel nel terzo millennio siano ormai superate?

La currybonara di Ezio Maisto (15min)
Una breve commedia in stile “spaghetti western” che ha per tema lo scambio culturale e l’integrazione razziale attraverso il cibo. Come nei classici western americani, che raccontavano la sanguinosa conquista delle fertili terre del selvaggio West da parte dei pionieri provenienti dall’Est, anche l’indiano Robin e la slava Olga sono emigrati a Ovest per cercare fortuna. Ma la desolata landa di terra promessa che sono faticosamente riusciti a conquistare è ogni giorno minacciata da Marina, una “pericolosa” nativa del luogo.

Dreaming Apecar di Dario Samuele Leone (20min)
Caterina ha quarantacinque anni e da sei mesi ha per so il lavoro. Trovarne un altro sembra impossibile e così è costretta ad accettare di fare la badante. Si dovrà occupare di Gheorghe, un esuberante ottantenne romeno in sedia a rotelle, che è stato portato in Italia contro la sua volontà dopo essersi fratturato il femore dal figlio Ionel, cinquantenne titolare di una ditta edile, a Torino da più di trent’anni. Caterina, di carattere timido e chiuso, viene così catapultata in un mondo che non conosce, a fare un lavoro che non avrebbe mai immaginato di fare.

venerdì 28 giugno

area tematica: Ambiente e territorio
In collaborazione con Clorofilla Film Festival

La crociera delle bucce di banana di Salvo Manzone, 27'
Aimée è un’anziana signora francese che vive a Stromboli, nell’arcipelago siciliano delle isole Eolie. Da anni combatte la sua battaglia per una corretta gestione dei rifiuti sull’isola, osteggiando la scelta dell’amministrazione di ricorrere al trasporto via mare degli ingombranti resti del benessere contemporaneo. Ma Stromboli è un paradigma dell’Italia intera, tra emergenza rifiuti, ambientalisti in lotta e politici sordi…

100% apple di Emanuele De Caro, 1'
Una scelta apparentemente semplice: due succhi di frutta. L’analisi: partendo dagli ingredienti e approfondendo con l’impatto sull’ambiente e sulle persone. Quando sembra di aver scelto il meno peggio ecco presentarsi dall’alto un’alternativa più…naturale.

The change di Fabian Ribezzo, 15'
Molte comunità locali, soprattutto quelle ancora in via di sviluppo, sono vulnerabili all'impatto e alle conseguenze che i cambiamenti climatici comportano: cicloni, terremoti o inondazioni. The Change spiega in maniera semplice ed efficace cosa può accadere: un villaggio che vive in perfetta armonia con la natura, ma che soffre la siccità e viene stravolto dall'apparizione di un misterioso artefatto di ferro.

SettanTA di Pippo Mezzapesa 9'
Girato nel rione Tamburi, a due passi dall'Ilva, il quartiere più inquinato d’Italia, racconta la vita quotidiana di uno dei abitanti, Enzo “Baffone”. E’ lui che, ogni giorno, nel cuore delle caseparcheggio organizza una singolare riffa, che appare come speculare alla vita degli abitanti del quartiere costretti come sono a respirare i veleni della fabbrica. “Chiediamo tre cose: salute, ambiente, lavoro" gridano dalle finestre delle loro case gli intervistati e il ricatto di una città ferita sta proprio tra la salute e il lavoro. Alla fine della giornata, alla riffa di Baffone esce il "SettanTA" e il gioco con la sorte continua. Candidato ai David di Donatello 2013 (in cinquina)

sabato 29 giugno

area tematica: consumo critico e salute
In collaborazione con Unicomondo e Tutti nello Stesso Piatto

Commercio Equo? di Joeri Christiaen, 1’ 10’’
Questo corto di animazione ci illustra le fatiche di un piccolo produttore e il viaggio di un chicco di caffè dalla piantina fino alla tazzina. L’autore racconta in modo creativo un tema complesso come il Commercio Equo.

Voglio essere una tortilla di Irene Iborra ed Eduard Puertas, 5' 30”
Panocha è una pannocchia messicana che vive beatamente con un contadino e il suo maiale. La scoperta della sua identità transgenica, però, segnerà l’inizio di una serie di sfortunati eventi che avranno conseguenze terribili per tutti. Deciderà Panocha di sottomettersi al destino che le è stato imposto?

La Storia del Petrolio (Oil Story) di Pete Bishop, 2'36”
Uno scorcio tra passato, presente e futuro sul rapporto dell'uomo con il petrolio e la sua insaziabile avidità di averne sempre di più. L'uomo non sa mai quando fermarsi ....

Seconda mano (Second Hand) di Isaac King, 7’35”
questa è un’animata storia di due vicini che provano ad andare d’accordo nonostante loro stili di vita completamente diversi. Uno vive nevroticamente e producendo tonnellate di rifiuti, l’altro conduce una vita estremamente rilassata, accumulando tutti i rifiuti in una pericolosa pila…

Let’s pollute di Geefwee Boedoe, 6’ 30’’
Una moderna satira sociale in perfetto stile educativo anni ’50 e ’60, l’animazione presenta il tema dell’inquinamento come una forzata conseguenza del modello economico consumista.

Tutto in fumo (Puffing Away) di Isaac King, 3'
Un esserino si dedica alle sue attività quotidiane sfoggiando la sua abitudine allo spreco sfrenato. Man mano, brucia con trasporto energia e risorse. La tecnica di animazione combina disegni e collages di materiali diversi. È un filmato musicale contiene il brano di Wagon Christ: “I’m singing”.

Dopo il raccolto: combattere la fame nella terra del caffè di Brian Kimmel, 20'
In una recente indagine tra i piccoli caffeicoltori dell’America centrale e meridionale, due terzi hanno dichiarato di soffrire la fame da tre e fino a otto mesi all’anno. In queste comunità, la fame periodica è così diffusa da avere un suo nome “los meses flacos”: i mesi di magra, quando le famiglie si trovano costrette a mangiare quantità insufficienti di cibo, spesso poco nutriente, o a chiedere anticipi sui guadagni dei raccolti futuri.


 
Search

 

Like in Facebook
Unicomondo Cooperativa a r.l. Vicenza P.Iva 02561190246 - Cookie Policy
Sede amministrativa e magazzino: Via della Chimica 29 - 36031 Povolaro di Dueville (VI) - Tel 0444 1833 700 Fax 0444 1833 707